Scacco Matto, un'emozione vista mare

È incredibile come chi ha poco sia più felice e sorridente di chi ha molto.
Ieri siamo scesi dalla barca per visitare l'isola, o meglio, per una doccia preceduta da un bagnetto. La nostra prima volta sul gommone, speciale davvero.
Il vento era teso e il tramonto vicino. Abbiamo passeggiato sulla sabbia bianca che sembra farina sia nel colore che nella consistenza, emozionante l'appoggio dei piedi su di essa.
Camminiamo in silenzio, ognuno di noi vuole solo sentire il mare...il vento.. e le dolci grida dei bambini Kuna che giocano.
Osservo intorno a me mentre attendo il mio turno doccia, intanto è Alessia che gela il suo corpo.
I bambini...che emozione che trasmettono, ti guardano dritti negli occhi e sono sereni, sorridono con questi meravigliosi denti bianchi, e non ne senti uno piangere.
Noti le donne che hanno braccia e gambe completamente decorate da degli intrecci di fili che fanno loro, vivono in baracchette o meglio capanne costruite con i rami delle palme.
I bimbi giocano, i grandi sistemano l'esterno togliendo fogliame con il machete, ci sono cani e pappagallini... non hanno nulla ma pare abbiano tutto.

Ore 10 circa, il sole picchia e il vento è fresco... prendendo il gommone siamo andati su un piccolo isolotto muniti di pinne e maschere.
Alessia nota subito una bellissima stella marina e ci affrettiamo a fare belle foto, poi indossiamo la maschera e via ad un po' di avventura nel mare. Con il capitano Jurin e Rino andiamo e nuotiamo vedendo meravigliosi fondali, pesci coloratissimi, un blu profondo che leggermente spaventa e una barca affondata dove nuotava un piccolo squaletto; coralli, spugne e tutto dei colori più accesi.
Ciò che non ha colore sull'acqua ce l'ha dentro l'acqua così come un capitano all'apparenza di poche parole, invece in acqua si riscopriva il suo essere indispensabile... per ogni cosa: a volte un sostegno mentre entra acqua nella maschera, a volte di spinta quando si è stanchi e a volte per farti sentire a casa...anche dall'altra parte del mondo.
Kuna in arrivo.... via alle trattative commerciali... compriamo ottimo pesce... gustiamo un ottimo e conviviale pranzo... poi sole, mare e via con la vela verso un'altra isola.
Sempre più in simbiosi con la natura... a letto presto,sveglia con la luce e il primo calore del sole.
Le sensazioni aumentano, le riflessioni anche... abbandono su qualche isola qualche ricordo passato e faccio spazio dentro di me, ad ogni cosa che sto vivendo, si ride, si piange, si gioca, si pensa....ci si rilassa e ci si da da fare... il tutto contornato dal blu, dal verde e dal bianco.
Oggi un po' di avventura, un po' troppa per me, non ce l'ho fatta ed ho con me un ricordo...segnato...lì sulla mia gamba... voler sbirciare sotto il mare a volte fa male... un po' di spavento per riattivare gli animi e un grande aiuto da parte di Jurin per medicarmi e rendermi la cosa meno spaventevole... grazie...

Selavaggia...così... senza trucco, senza piega ai capelli, senza vestiti studiati che nascondono curve troppo importanti... semplicemente io... con il mio maledetto antibiotico sì...ma io...al naturale... senza dover mostrare, senza dover dimostrare, tornando all'essenziale; San Blas fa anche questo, tutto intorno a me è meraviglia... e Scacco Matto è un'emozione continua, si viene sopraffatti da sensazioni inaspettate, da gesti semplici, da sguardi complici... da un vento che porta via e ti nutre di nuovo.
Direi che di aragoste abbiamo fatto il pieno... alcuni lo hanno fatto anche di cubalibre o di birra... io che la birra è risaputo "la scaldo" faccio il pieno di cibo...e di grappa...
I giorni passano, siamo agli sgoccioli... parte di me dice: "Molla tutto e resta qui" ci penso davvero... e da quanto lo farei davvero rifletto poi sulle conseguenze... sul "se me ne pento"... sulle scelte azzardate, ma qui ho davvero riscoperto la natura e la mia natura...

Colonne sonore che riporteranno qui il pensiero:
  • "regalami un sorriso", Drupi
  • "la furmiga", Davide Vandesfros
  • "l'amore conta ", Ligabue
  • "il giorno di dolore", Ligabue


Monica